Sanremo, minacce e spintoni tra cliente e controllore del casinò

Si sono vissuti alcuni attimi di tensione nel tardo pomeriggio di sabato tra i tavoli verdi del Casinò di Sanremo, dove si è accesa una discussione tra un cliente e un controllore amministrativo. Quello che è accaduto è stato ripreso dalle telecamere interne della sala, ma le versioni di Casinò e cliente sono molto discordanti.

casinò sanremo slot cliente controllore

Il racconto del cliente che perdeva alle slot

Un giocatore del casinò di Sanremo sabato stava perdendo una grossa cifra, quando ha scaraventato un bicchiere per la rabbia. Da quel gesto è nata la bagarre con un controllore e la casa da gioco. A quanto pare il cliente ha raccontato: “Stavo perdendo e in un momento di rabbia ho lanciato a terra un bicchiere di plastica. È arrivato il controllore e mi ha detto di andare via, ma io stavo ancora giocando e non volevo lasciare la mia postazione. A quel punto mi ha minacciato. Se non fossero intervenute le guardie giurate e un suo collega che lo hanno trattenuto, mi avrebbe messo le mani addosso“. Il cliente sostiene di aver mantenuto la calma e di aver poi lasciato la sala quando un secondo controllore “in modo molto più educato, ha detto che era meglio così“.

La versione del casinò di Sanremo

La versione del cliente, però, non coincide con quella del Casinò, come dicevamo. La casa da gioco parla di un controllore minacciato e aggredito con un forte spintone sullo sterno dal cliente, in collera perché stava perdendo. Stando a quanto ricostruito, il giocatore avrebbe prima scagliato un bicchiere di vetro contro il muro. A quel punto è intervenuto il controllore amministrativo, che gli ha chiesto di smettere con quell’atteggiamento. Ma l’uomo avrebbe reagito, rispondendo: “Posso fare quello che voglio perché lo stipendio ve lo paghiamo noi“. Le frasi si sarebbero fatte via via più pesanti, fino allo spintone. A quel punto sono intervenute due guardie che hanno allontanato il cliente.

Dal Casinò di Sanremo si apprende che è stato elaborato un rapporto interno sull’accaduto e a breve saranno esaminati i filmati del circuito di videosorveglianza, in base ai quali la casa da gioco si riserva di intraprendere azioni legali a tutela del proprio dipendente e del Casinò. La sala era piena al momento dei fatti e non dovrebbero mancare nemmeno le testimonianze dei presenti.

Lascia un Commento