Sfascia slot con una mazza da baseball perché il padre gioca: denunciato 23enne

Erano le 22:00 circa di sabato sera quando un 23enne di Taviano, all’improvviso, ha fatto irruzione in un bar nel centro di Racale (provincia di Lecce) armato di una mazza da baseball. Il giovane si è avventato contro diverse slot machine presenti all’interno con una motivazione che probabilmente ha sorpreso molti: suo padre ha speso troppi soldi in quelle macchinette.

slot carabinieri mazza da baseball puglia

23enne sfascia 4 slot a Racale (Lecce)

Mentre i suoi coetanei si stavano divertendo in un normale sabato sera, il 23enne protagonista di questa storia aveva in testa un solo obiettivo: distruggere le slot. Qualcuno magari avrà pensato a una rapina o a una spedizione punitiva, vedendolo con la mazza da basball in mano nel centro di Racale, un comune di 11mila abitanti in provincia di Lecce.

Invece il 23enne voleva solo sfasciare quelle maledette macchinette che hanno spinto il padre a buttare troppi soldi dello stipendio nel gioco. Il ragazzo ha fatto a pezzi quattro slot per la precisione, assestando colpi alla cieca con una furia incontrollabile, secondo quanto riportano le testate locali.

“Esasperato dalle perdite di mio padre”

Sul posto sono intervenuti allora i carabinieri della stazione locale che hanno rintracciato il colpevole e lo hanno condotto in caserma. Qui è venuto a galla il movente. La famiglia protagonista della vicenda negli ultimi tempi ha vissuto dei brutti momenti, stando ai racconti del ragazzo. Ciò non gli ha evitato una denuncia per danneggiamento aggravato. Del resto ha provocato un danno di circa 4.000 euro.

Altri accertamenti sono in corso. Ovviamente non è in questo modo che si risolve un problema, per quanto possa essere serio. La brutta vicende rientra, diciamo, tra gli effetti collaterali della dipendenza patologica. Certe reazioni sono imprevedibili.

Lascia un Commento