Olanda, bloccate pubblicità di gioco d’azzardo su 23 siti

La Gambling Commission olandese, autorità di regolamentazione del gioco d’azzardo online, ha disposto il blocco della pubblicità su 23 siti web. Si trattava di pubblicità, per la quale i siti venivano retribuiti per numero di clic, a operatori di gioco d’azzardo non autorizzati dallo Stato.

Blocco per 23 siti

L’autorità di regolamentazione olandese (Kansspelautoriteit) ha disposto il blocco della pubblicità del gioco d’azzardo per 23 siti. La commissione ha esaminato un totale di 44 siti web e su 26 di loro ha riscontrato pubblicità di giochi online non consentite.

Venti dei siti segnalati hanno subito provveduto a eliminare questo tipo di pubblicità, altri tre lo hanno fatto solo dopo minacce di sanzion. Infine, altri tre sono ancora sotto indagine.

Giochi illegali nei Paesi Bassi

Il regolatore ha affermato: “Proteggere i consumatori è un obiettivo importante della KSA. Ai partecipanti ai giochi d’azzardo dei fornitori senza licenza non è garantito un gioco leale. Né è possibile monitorare la partecipazione di gruppi vulnerabili, come i giovani“.

I giochi online e la pubblicità di tali attività sono attualmente illegali nei Paesi Bassi, anche se il paese è in procinto di prepararsi a lanciare un mercato regolamentato dopo che il Senato olandese a febbraio ha approvato il Remote Gambling Act, che dovrà essere operativo dal 1 gennaio 2021.

Lascia un Commento