L’Aquila, presentata mozione per limitare gli orari delle slot

Passa il tempo e ancora si parla in Italia di leggi comunali che limitano gli orari di attività per le slot machine. Stavolta andiamo a L’Aquila, in Abruzzo, per capire cosa è stato presentato da Carla Cimoroni.

SLOT

Nel consiglio comunale di domani a L’Aquila verrà discussa la mozione a firma della consigliera Carla Cimoroni per la disciplina degli orari di funzionamento degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincita in denaro di cui all’art. 11 comma 6 del Tulps.

Spiega in una nota Appello per L’Aquila: “Sono più che mai urgenti atti concreti per limitare la diffusione del gioco d’azzardo e i danni da ludopatia, anche tenendo presente che è sulle amministrazioni locali che si ripercuotono i maggiori costi di intervento, con particolare riferimento alle prestazioni di prevenzione, cura e riabilitazione di persone e famiglie interessate“.

Sulla falsariga di quanto adottato ormai da molti Comuni, Roma compresa, la proposta prevede un’ordinanza che fissi l’orario di funzionamento degli apparecchi dedicati al gioco d’azzardo ovunque collocati dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e dalle 18:00 alle ore 23:00 di tutti i giorni, festivi compresi, prevedendo adeguate sanzioni in caso di violazione.

Lo scopo, con particolare riferimento agli orari di uscita dalle scuole, è quello di contrastare l’insorgere di abitudini collegate al gioco d’azzardo da parte degli studenti, e dare quindi un segnale forte di attenzione al fenomeno.

Conclude Appello per L’Aquila: “Anche alla luce dell’ordine del giorno di contrasto al gioco d’azzardo approvato all’unanimità nel 2017, confidiamo che la nostra mozione, che mette in pratica alcune misure concrete, venga approvata all’unanimità per passare dalle parole ai fatti

Lascia un Commento