Casinò Saint-Vincent, ex amministratore contro II Commissione

Registriamo ancora forti tensioni politiche attorno al casinò di Saint-Vincent. L’ex amministratore Luca Frigerio accusa la II Commissione e sta preparando una querela. Intanto i numeri di novembre della casa da gioco non sono positivi.

Frigerio contro la II Commissione

«Il comportamento della Commissione è stato altamente lesivo della mia persona, della mia onorabilità e professionalità». Così l’ex amministratore unico del Casinò di Saint Vincent, Luca Frigerio, sulla relazione approvata dalla Commissione Affari Generali della regione relativa ai lavori di ristrutturazione della casa da gioco. La conclusione contenuta nel documento è che i lavori di riqualificazione della casa da gioco sono «malati di opacità»

Frigerio accusa la II Commissione di non averlo ascoltato per verificare i «contenuti da inserire nella relazione». L’ex Amministratore parla, quindi, di «inadeguatezza dei contenuti e dei dati» della relazione, annunciando di aver trasmesso al Presidente dalla II Commissione permanente «una prima analisi dei fatti per come realmente sono accaduti dalla quale emergono i macroscopici errori nei quali la Commissione è incorsa fornendo risultati assolutamente difformi dalla realtà dei fatti».

Frigerio fa sapere anche di aver «già conferito ai miei legali l’incarico di tutelarmi in ogni sede giudiziaria per le gravi affermazioni contenute nella citata relazione e per le non veritiere, quanto infondate, accuse rivolte al mio operato»

I numeri di novembre al casinò

A novembre 2019 il Casinò di Saint Vincent ha incassato poco meno di 4,975 milioni di euro, il 2,97, pari a oltre 152mila euro, in meno rispetto al 2018; sono aumentati gli ingressi 28.418; il 6% in più dello stesso mese 2018 il che significa che chi entra o gioca meno o vice di più.

Perde la roulette francese (meno 50,30% ), il trente et quarante (meno 136,10%), il poker Saint Vincent (meno 128,39), la roulette americana (meno 63,57%), il black jack (meno 54,08%) e i craps (meno 32,73%).

Il calo è in parte compensato dal segno più registrato dalla fairoulette (10,92%), lo chemin de fer (23,90%), il poker ultimate (37,28%) e il punto banco (146,70%). Le slot machines hanno incassato più di 2,951milioni euro (6,90% in più).

Su base Fino ad oggi il casino ha incassato 55.320.263 euro (6,58% in più) con 310.181 ingressi in calo di quasi l’1% del 2018.

Lascia un Commento