Mike Postle molla il colpo: il giocatore si consegna alla giustizia

Vi ricordate di Mike Postle? Il giocatore di poker accusato di giocare praticamente una partita di cash game perfetta, è stato beccato e ora dovrà difendersi in tribunale.

L’episodio risale ormai a diversi mesi fa e ha fatto rapidamente il giro del mondo. Mike Postle ha preso parte a una sessione di cash game live presso la Stones Gambling Hall. Al cospetto di giocatori di tutto rispetto, è riuscito ad alzarsi dal tavolo dopo qualche ora con il bilancio decisamente in attivo.

Che qualcosa non andasse, però, ce ne si è accorti non molto tardi. Se non altro perchè la partita incriminata è andata in onda in streaming integrale sui canali della poker room di Sacramento. E da qui sono partiti i rumors su un eventuale caso di cheating al tavolo durante la sessione.

Finchè non si è avuto tra le mani il video integrale, con una serie di “tic” che hanno fatto aumentare i dubbi e i sospetti. Tanto che sono arrivate immediatamente le denunce da parte dei giocatori e le richieste di risarcimento danni, visto che di fatto sono volati al tavolo decine di migliaia di dollari.

La storia travagliata di Mike Postle

Nel frattempo, il tribunale di Sacramento ha deciso di citare in giudizio Mike Postle. Sono venuti fuori ben cinque capi di accusa, in particolare quelli di frode e di appropriazione indebita. Fatto sta che, almeno fino alle scorse ore, non si avevano tracce del grande ricercato e accusato.

Il suo stesso legale principale aveva cercato di rintracciarlo, senza ottenere alcun risultato. Tanto che i suoi primi sette tentativi di fargli pervenire l’invito a comparire davanti alla corte sono risultati vani. Finchè non arrivato l’ottavo tentativo, che alla fine si è rivelato quello giusto.

E così Postle ha deciso di fatto di consegnarsi alla giustizia e di ricevere ufficialmente le accuse. Sembra quasi che il giocatore si sia arreso, forse davanti all’evidenza delle prove e sotto al peso dei capi di accusa. Fatto sta che nei prossimi giorni dovrebbe prendere il via un processo dall’esito apparentemente già scritto.

Tra i grandi accusatori spicca chiaramente la Stones Gambling Hall, con il direttore della poker room. Non mancano ovviamente gli altri giocatori che hanno diviso il tavolo con lui, perdendo piatti in maniera ingiusta. Ma alla fine, a vincere veramente in caso di verdetto positivo, sarà tutto il movimento del poker.

Lascia un Commento