Gioco d’azzardo a Roma Nord: tutto in mano a un ex boss della Magliana

Sgominato un gruppo di 38 persone, tutte fatte arrestare dai Carabinieri e dalla Dda di Roma. Facevano capo a Salvatore Nicitra, ex boss della Banda della Magliana.

Ai tempi del suo massimo “splendore”, Nicitra era noto per essere uno dei capi della Banda della Magliana, una delle organizzazioni criminali più pericolose di Roma e dintorni. A quanto pare, i suoi affari sporchi non si sono fermati a distanza di anni, visto quanto è stato portato alla luce nelle scorse ore. Un controllo pressochè maniacale delle apparecchiature per il gioco d’azzardo nella Capitale.

Roma Nord era il suo terreno di caccia preferito, e con lui operavano decine di persone. Nel complesso, l’operazione è stata portata a termine questa mattina dai Carabinieri del Comando Provinciale di Roma. In totale sono finiti in manette 38 persone, tutti soggetti coinvolti e collegati, a vario titolo, alla figura di Salvatore Nicitra.

Dalla Banda della Magliana alle slot machine

A dirigere le indagini e gli interventi sul campo dei carabinieri dell’Arma capitolina, ci hanno pensato la Procura di Roma e la Direzione Distrettuale Antimafia della Capitale. In particolare, Nicitra gestiva tutta la rete della diffusione di slot machine e videopoker negli esercizi commerciali e nelle sale da gioco di Roma Nord.

“Riesco a guadagnare più di un casinò”, aveva esclamato Nicitra nel corso di una telefonata intercettata dalle forze dell’ordine. Le indagini hanno portato gli investigatori anche al di fuori degli ambienti della Capitale. A essere coinvolti, infatti, erano anche uomini presenti nelle province di Viterbo, Terni, Padova e Lecce. Ma si è anche arrivati all’estero, visto che l’indagine ha toccato anche la Spagna e l’Austria.

Inoltre gli inquirenti sono riusciti, grazie a questa inchiesta, a risolvere cinque “cold case” del passato, tutti riguardanti la figura dell’ex capo della Banda della Magliana. Si tratta di altrettanti omicidi sui quali non c’era stata ancora una soluzione. Nicitra si sarebbe fatto mandante degli omicidi di Giampiero Caddeo, del duplice omicidio di Paolino Angeli e di Roberto Belardinelli, dell’omicidio di Valentino Belardinelli e del tentato omicidio di Franco Martinelli.

Lascia un Commento