In Cina non si gioca più: giocate sulle lotterie in calo del 43%

Il Coronavirus condiziona in maniera netta la abitudini dei cinesi. In questo caso parliamo di lotterie, che hanno visto un calo delle giocate quasi della metà. E a febbraio la spesa sfiora lo zero…

lotterie_cina

Il Coronavirus sta letteralmente mettendo in ginocchio il gioco d’azzardo ai quattro angoli del pianeta. Ma c’è un Paese in particolare che sta riscontrando gravi difficoltà. Stiamo ovviamente parlando della Cina, la nazione dalla quale tutto sarebbe partito in termini di contagio e di sorgente del virus stesso.

In questo caso, c’è un particolare ambito del gioco che starebbe soffrendo e non poco, a causa dei numeri pessimi sul piano delle vendite. Stiamo parlando delle lotterie nazionali, che da qualche settimana a questa parte stanno patendo un netto calo nelle giocate. Ma se a fine gennaio c’era stato lo stop per via del capodanno, l’avvento del Coronavirus ha massacrato il mercato delle lotterie.

Lotterie ferme in Cina

E così, dall’inizio del 2020 le giocate alle lotterie nazionali in Cina si sono attestate su circa tre miliardi e mezzo di euro. Stiamo parlando di un dato che è crollato addirittura del 43% rispetto ai primi due mesi del 2019. In particolare, le lotterie legate al welfare hanno visto un calo del 39,2% con una raccolta complessiva di un miliardo e 600 milioni di euro. La restante parte è stata raccolta con le giocate sulle lotterie dedicate allo sport.

Già da tutto lo scorso anno le giocate in questo settore hanno affrontato un periodo di grande crisi. Ma il dato che allarma di più gli operatori del gioco in Cina riguarda quello del mese di febbraio appena trascorso. Nel mese in cui c’è stato un altro importante picco per la diffusione e il contagio del Coronavirus, le giocate alle lotterie hanno sfiorato lo zero.

In ogni caso, visto che i numeri sul contagio del Covid-19 sono in lento ma progressivo miglioramento in Cina, potremmo assistere a una crescita, lenta ma progressiva anche in questo caso, anche per le giocate.

Lascia un Commento